logo casprini da omero

 

mail form Casprini Da Omero snc
Passo dei Pecorai, 68/70
50020 - Greve in Chianti (Fi)
Tel.+39.055.85.07.16/15
Web fax+39.055.71.88.114
Mob/Whap 3404536626
PI 03675100485
pec mail

15 - BASILICA E CONVENTO DI SS ANNUNZIATA

IndietroLista CompletaAvanti

Santissima Annunziata

SS Annunziata, interno.Il 18 ottobre 1444 fu posta la prima pietra della tribuna. Progettista e direttore dei lavori fu Michelozzo di Bartolommeo insieme a Pagno Portigiani, progetto rivisto dall'Alberti. Vennero costruite e restaurate la sagrestia, la cappella Villani, la cappella della Madonna, il chiostro dei Voti, l'Oratorio di San Sebastiano e la parte sinistra della navata. I lavori durarono fino al 1453 e ripresero nel 1460 sotto la direzione di Antonio Manetti. A seguito di problemi finanziari, i frati offrirono il patronato della fabbrica a Lodovico III Gonzaga, duca di Mantova e finalmente, nel 1477, dopo lievi modifiche al progetto precedente di Leon Battista Alberti, la tribuna venne completata. Nel 1481 anche la navata centrale fu terminata. La chiesa si presentava con un tetto sorretto da capriate, archi e cornicioni in pietra serena. Nel Cinquecento i lavori alla chiesa subirono un rallentamento. Tuttavia furono dipinti gli affreschi del chiostro dei voti. Il 17 gennaio 1516, il cardinale Antonio del Monte, legato di Leone X, consacrò solennemente la chiesa.

Firenze, piazza SS. AnnunziataVerso la fine del XVI secolo, la famiglia Pucci finanziò la costruzione del portico esterno (vedi stemma nel pavimento che ai lati del portico). Nel 1601, sempre sotto finanziamento dei Pucci, venne creata la scalinata davanti alla chiesa per raccordare tutte allo stesso livello le colonne della piazza e dare omogeneità d'insieme. Nel 1664 Mattia de' Medici figlio di Cosimo II dette il suo aiuto a costruire il soffitto della chiesa. Fu disegnato da Baldassarre Franceschini detto il Volterrano che vi dipinse la Madonna Assunta. Il coro fu rivestito all'esterno di marmi e pietra serena e nel 1680 il Volterrano cominciò ad affrescare la cupola, terminandola tre anni dopo. Verso la fine del XVI secolo, la famiglia Pucci finanziò la costruzione del portico esterno (vedi stemma nel pavimento che ai lati del portico). Nel 1601, sempre sotto finanziamento dei Pucci, venne creata la scalinata davanti alla chiesa per raccordare tutte allo stesso livello le colonne della piazza e dare omogeneità d'insieme. Nel 1664 Mattia de' Medici figlio di Cosimo II dette il suo aiuto a costruire il soffitto della chiesa. Fu disegnato da Baldassarre Franceschini detto il Volterrano che vi dipinse la Madonna Assunta. Il coro fu rivestito all'esterno di marmi e pietra serena e nel 1680 il Volterrano cominciò ad affrescare la cupola, terminandola tre anni dopo.

SS Annunziata, disegnoNel 1687 i frati decisero di rivestire la parte inferiore della chiesa con marmi, stucchi e dipinti. Tra il 1783 e il 1795 la chiesa fu nuovamente ripavimentata ed in quest'occasione, molte delle originali pietre tombali del pavimento andarono irrimediabilmente perdute. Nel 1857 fu effetuato un ultimo grandioso restauro ad opera dell'architetto Giuseppe Poggi. La chiesa fu riaperta al pubblico il 20 agosto dello stesso anno alla presenza di papa Pio IX che celebrò all'altare della Madonna.

Curiosità
* Sul fianco destro della basilica c'è presente un piccolo arco che la collega al Palazzo della Crocetta, sede del Museo Archeologico Nazionale di Firenze. Questo passaggio venne costruito affinché la principessa Maria Maddalena de' Medici, sorella del granduca Cosimo II, cagionevole di salute se non malforme, potesse recarsi a messa senza scendere in strada: all'interno della chiesa è infatti presente una grata dorata, corrispondente a un piccolo vano al termine dell'arco. I corridoi sospesi attorno al Palazzo sono in tutto 5 e collegano sia lo Spedale degli Innocenti, sia gli edifici oltre Via Laura e Via della Pergola.
* Nel 2007, nella parte ovest del convento, su un pianetrottolo dello scalone realizzato da Michelozzo è stata riscoperta una lunetta con un'Annunciazione attribuita a Paolo Uccello.

Condividi questa pagina

 

CONTATTA DA OMERO

Motore prenotazioni Reseliva

Prenota il Ristorante

pets

Gli animali sono benvenuti

 
 
Valid XHTML 1.0 TransitionalCSS Valido!